Progetto Premialità

Email Stampa PDF

Il progetto “CST Sulmona” si inserisce nel più ampio scenario della progettualità di e-government della regione Abruzzo. Il presente progetto si propone di realizzare servizi integrati relativamente ai seguenti ambiti funzionali:

1. Sistema Informativo Territoriale Integrato: integrazione tra i SIT locali e il Sistema Informativo Territoriale della Regione Abruzzo;

2. Creazione di nuovi tematismi in ambito cartografico;

3. Rilevazione dei numeri civici (su un Comune pilota);

4. Integrazione del Sistema Informativo Territoriale Integrato con il sistema SIPEM, realizzato dalla Cassa Nazionale Geometri e con i sistemi informativi di back office degli EELL;

5. Gestione del Patrimonio Immobiliare degli EELL aderenti al CST Sulmona.

 

Di seguito, si riporta una descrizione dettagliata dei servizi:

1.1.1. IL SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE INTEGRATO Il CST-Sulmona si pone come fondamentale obiettivo del presente progetto quello di integrare l’ambiente cartografico gestito dagli Enti Locali con il SIT regionale, realizzando “un aggiornamento biunivoco permanente” tra le due piattaforme, mediante lo sviluppo di specifici web-services, che consentano a cittadini, professionisti, imprese e Pubbliche Amministrazioni la fruizione dei dati (cartografici ed alfanumerici) indipendentemente dalla piattaforma interrogata.

1.1.2. INSERIMENTO DI NUOVI TEMATISMI IN AMBITO CARTOGRAFICO
Per quanto concerne lo sviluppo di applicazioni web oriented con funzionalità di “editing mode” riservate a “Soggetti Giuridici Accreditati”, il CST Sulmona, al fine di favorire la più ampia integrazione dei dati territoriali a disposizione degli Enti Locali, intende avviare anche alcune collaborazioni con Aziende pubbliche e private, che operano sul territorio. In particolare, si fa riferimento a Società responsabili, ad esempio, della gestione di reti tecnologiche e di servizi relativi alle reti viarie comunali e provinciali, o responsabili della gestione dei rifiuti, delle reti gas, mettendo a disposizione delle interfacce software web (le cui funzionalità saranno concordate con i tecnici preposti) attraverso le quali il personale qualificato potrà usufruire, mediante accesso esclusivo e riservato, da un lato dell’importante patrimonio cartografico disponibile, fondamentale per la progettazione di nuovi servizi, e dall’altro per l’inserimento (mediante GPS o coordinate) nel “Sistema Informativo Territoriale Integrato” di tematismi puntuali o lineari corrispondenti ad interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria che svolgono periodicamente sulle proprie infrastrutture. In particolare, il CST Sulmona sottoporrà alle Società identificate nel corso del progetto una convenzione per l’inserimento di tematismi puntuali e lineari relativi alla condotte idriche, ai pozzetti ed eventualmente alle utenze, e contestualmente per fornire loro l’accesso esclusivo ad un interfaccia web integrata nel Sistema Informativo Territoriale Integrato, attraverso la quale il tecnico qualificato potrà inserire elementi geografici puntuali o lineari ai quali sono associati dati alfanumerici strutturati in database con le seguenti informazioni: Tipologia dell’infrastruttura, Tipologia del materiale, Dimensioni e collocazione, ultimo intervento effettuato, intervento programmato, Impresa esecutrice, classificazione della strada, tipologia di pavimentazione, documenti allegati, immagini fotografiche, ecc. Il CST Sulmona, all’interno del presente progetto, intende realizzare un ambiente specifico per ospitare i dati relativi ai tematismi definiti.

1.1.3. RILEVAZIONE DEI NUMERI CIVICI
Il servizio prevede, limitatamente ad un Comune pilota, la rilevazione dei numeri civici. I dati, acquisiti tramite rilevatore GPS e trasferiti in tempo reale nella banca dati del SIT, saranno anche integrati con il sistema di back-office adottato dal Comune stesso (in particolare, con le procedure informatiche utilizzate nei Settori Anagrafe e Tributi).

1.1.4. INTEGRAZIONE DEL SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE INTEGRATO CON IL SISTEMA SIPEM
Il progetto prevede, inoltre, anche l’integrazione del nuovo Sistema Informativo Territoriale Integrato con il sistema nazionale SIPEM realizzato dalla Cassa Nazionale Geometri in collaborazione con Ancitel. Il sistema SIPEM è stato realizzato per consentire ai geometri (e agli altri professionisti responsabili di pratiche di edilizia privata, quali ingegneri e architetti) di poter gestire automaticamente tutti i rapporti con gli Enti Locali relativi alle pratiche di edilizia privata. SIPEM è un prodotto innovativo e tecnologicamente avanzato, accessibile via Internet e destinato a semplificare nel tempo il lavoro dell’intero comparto edilizio nei suoi rapporti con la Pubblica Amministrazione locale. Concepito per offrire significativi vantaggi sia al Comune che al Professionista, il sistema SIPEM costituisce un passo avanti importante verso la progressiva dematerializzazione e standardizzazione del procedimento edilizio. L’obiettivo di SIPEM è quello di standardizzare i processi, velocizzare i tempi di elaborazione delle pratiche, fornire in tempi reali informazioni ai professionisti da parte della Pubblica Amministrazione. Parallelamente, i costi di gestione della pratica risultano essere significativamente ridotti, anche perché non si rende più necessario l’invio cartaceo dei documenti. Il sistema SIPEM fornisce al Sistema Informativo Territoriale Integrato tutte le informazioni necessarie per aggiornare le banche dati cartografiche e catastali. Inoltre, il sistema SIPEM verrà integrato anche con i sistemi di back-office utilizzato dai Comuni aderenti al CST Sulmona.

1.1.5. GESTIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE
Il progetto CST Sulmona si propone, infine, di realizzare ulteriori servizi innovativi nell’ambito della gestione del patrimonio immobiliare da parte degli Enti Locali. Tale gestione, infatti, è divenuta un’esigenza fondamentale per l’Ente Pubblico che voglia porre l’attenzione sull’ottimizzazione dei costi e dei ricavi derivanti dal proprio patrimonio immobiliare. Il sistema dovrà prevedere la gestione di tutti gli immobili, che verranno censiti e catalogati con una serie di informazioni ritenute necessarie per identificarli in maniera univoca. Per ogni immobile saranno rilevati una serie di dati, come, ad esempio, i proprietari, la quota di possesso relativa e le unità catastali che vi afferiscono, oltre alla possibilità di allegare ogni altra documentazione funzionale alla sua gestione amministrativa. Avendo a disposizione anche i dati relativi all’unità catastale (quanto risulta dagli archivi del Catasto urbano e terreni), il sistema consentirà anche di effettuare ricerche per foglio di mappa, particella, località, categoria, ecc. Una particolare attenzione sarà rivolta ai servizi tributari connessi alla gestione del patrimonio immobiliare Gestione IMU, TARSU, ecc.).

 


regione abruzzo unione europea ministero per l'innovazione